TARALLI SICILIANI CON GILEPPO AL LIMONE

Raggi di Sole,

oggi vi porto nella mia cucina perché voglio proporvi la preparazione dei biscotti che si preparano solitamente in occasione del 2 novembre, per la giornata di commemorazione dei defunti.

Si tratta dei taralli siciliani con gileppo al limone, dolcetti tipici che sono comunque buoni tutto l’anno. La pasticceria siciliana è ricca di varianti e di bontà, questi taralli la rappresentano degnamente!

Il gileppo o naspro o glassa a caldo è conosciuta come “glaze”, è una glassa alternativa a quella a freddo: precisamente è una miscela di zucchero a velo e acqua che viene riscaldata a fuoco basso fino a raggiungere una consistenza liquida. Serve per ricoprire dolci deliziosi e decorarli in modo creativo.

Consiglio: è molto importante far raffreddare per ben i taralli prima di coprirli di glassa affinché l’ammoniaca evapori completamente (altrimenti rischiereste di impregnare i biscotti ancora caldi dell’aroma di ammoniaca).

Perché preparare una squisitezza come i taralli siciliani con gileppo al limone nel giorno dei defunti? Perché ci aiutano ad “addolcire” le mancanze…ma soprattutto celebrano la memoria, quella che vive per sempre.

Siete pronti/e a mettervi all’opera?

Taralli siciliani con gileppo al limone

Porzioni 12 taralli
Preparazione 40 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 1 ora 5 minuti

Equipment

  • casseruola
  • Ciotola
  • carta forno
  • planetaria

Ingredienti

Ingredienti per taralli

  • 500 g farina 00
  • 150 g zucchero semolato
  • 100 ml latte
  • 100 g strutto
  • 5 g ammoniaca
  • 2 uova
  • 1 bustina lievito dolci
  • 1 bustina vaniglia
  • 1 limone (buccia grattugiata)
  • 1 pizzico sale

Ingredienti per il gileppo (glassa)

  • 250 g zucchero a velo
  • 50 ml acqua
  • 3 cucchiai succo di limone

Istruzioni

  • Disponete tutti gli ingredienti sul piano da lavoro.
  • Mettete nella ciotola della planetaria la farina setacciata e lo strutto, inserite la farfalla e lasciate per qualche minuto, in modo da fare una sabbiatura.
  • Aggiungete lo zucchero semolato, le uova, la buccia di limone grattugiata, l'aroma vaniglia, il lievito per dolci, l'ammoniaca, il latte tiepido.
  • Una volta che gli ingredienti si saranno amalgamati tra loro, aggiungete il pizzico di sale e continuate a lavorare l'impasto per qualche minuto fino a renderlo morbido. Trasferite l'impasto sulla spianatoia.
  • Spolverate di farina e prelevate dei pezzi da 80 grammi, formate dei bastoncini di 15 centimetri di lunghezza
  • Dopo piegate in due intrecciando le due estremità sigillate a forma di ciambella e posizionate i taralli su una leccarda rivestita con carta da forno.
    Se l'impasto dovesse risultare appiccicoso, prima di dividere i pezzi, distribuite della farina (quanto basta a renderlo lavorabile e non appiccicoso).
  • Infornate a 170°C in forno preriscaldato per 25 minuti, devono essere ben dorati.
  • Sfornate i taralli e lasciate raffreddate su una gratella.
  • Intanto preparate la glassa.
    In un tegame versate l'acqua e lo zucchero a velo, ponete sul fuoco e appena il liquido raggiunge i 110gradi spegnete la fiamma.
  • Aggiungete il succo di limone e la buccia grattugiata, mescolate con la frusta finché comincerà ad essere di colore bianca.
  • Spennellate rapidamente i taralli di glassa  e disponeteli su una gratella per farli asciugare.
  • Il risultato finale è bello e buono!!!
Portata: Medio
Cucina: Italiana, Siciliana
Keyword: biscotti, dolci tipici siciliani, dolci per 2 novembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Close
Sabina Martorana © Copyright 2020
Design cotto con il da #FC1492
Close